Nel mondo
SDG: dove siamo arrivati?

SDG: dove siamo arrivati?

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, adottata da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015, fornisce un modello condiviso per il presente e il futuro. Gli obiettivi principali sono di pace, salvaguardia ambientale e benessere dell’intera popolazione mondiale. Al centro dell’Agenda ci sono i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – o SDG -, che invitano tutti i paesi del mondo, sviluppati, emergenti o in via di sviluppo, a un’azione comune.

La Divisione per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

La Divisione per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – DSDG -, facente parte del Dipartimento degli affari economici e sociali delle Nazioni Unite – UNDESA -, svolge un ruolo chiave nella valutazione dell’attuazione degli Obiettivi 2030. Si occupa inoltre delle attività di sensibilizzazione relative agli SDG e fornisce un supporto sostanziale per tutte le questioni relative agli Obiettivi stessi, in relazione alle varie tematiche.

Annualmente redige un Report che valuta il raggiungimento degli obiettivi fino a quel momento e stabilisce i trend degli anni successivi, per capire se siamo o meno in linea con l’obiettivo finale.

Il Report del 2020, oltre ad analizzare la situazione attuale, mette in luce anche come ogni singolo Obiettivo sia stato influenzato dalla pandemia di Covid-19.

Gli Obiettivi nel dettaglio

Vediamo insieme quali obiettivi sono stati raggiunti e quali no, e come il Covid-19 ha influenzato il raggiungimento degli SDG:

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 1

Povertà zero

Come stava andando:

  • Il mondo era fuori strada per porre fine alla povertà entro il 2030;
  • I giovani lavoratori hanno il doppio delle probabilità di vivere in condizioni di estrema povertà rispetto ai lavoratori adulti (2019);
  • 4 miliardi di persone non hanno beneficiato di alcuna forma di protezione sociale (2016);
  • I disastri naturali esacerbano la povertà, con 23,6 miliardi di dollari di perdite economiche dirette (da 63 paesi, 2018).

Il Covid-19 ha causato il primo aumento della povertà globale da decenni. Più di 71 milioni di persone sono state spinte in uno stato povertà estrema nel 2020.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 2

Fame zero

Come stava andando:

  • L’insicurezza alimentare era già in aumento, infatti la popolazione colpita da insicurezza alimentare moderata o grave è passata dal 23,2% nel 2014, al 26,4% nel 2018;
  • È probabile che l’arresto della crescita e il deperimento tra i bambini peggiorino;
  • Il 21,3%, pari a 144 milioni, dei bambini sotto i 5 anni presenta ritardi nella crescita (2019);
  • Il 6,9%, pari a 47 milioni, dei bambini sotto i 5 anni è affetto da deperimento (2019).

La pandemia di Covid-19 ha rappresentato, e rappresenta, un’ulteriore minaccia per i sistemi alimentari. Altri eventi che hanno interessato il sistema alimentare nel 2020 sono stati gli shock climatici, le crisi delle locuste e i conflitti. I piccoli produttori alimentari sono stati duramente colpiti dalla crisi, il che vuol dire, nelle regioni in via di sviluppo, dal 40% all’85% di tutti i produttori alimentari.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 3

Salute e benessere

Come stava andando:

  • Sono proseguiti i progressi in molti settori sanitari, ma devono essere accelerati;
  • Ci sono stati miglioramenti complessivi nel contenimento della tubercolosi, nella sanità dedicata ai bambini e alle madri, riguardo l’HIV e l’immunizzazione;
  • Meno della metà della popolazione mondiale è coperta da servizi sanitari essenziali (2017).

Le interruzioni dell’assistenza sanitaria legate al Covid-19 potrebbero invertire decenni di miglioramenti:

  • La pandemia ha interrotto i programmi di immunizzazione infantile in circa 70 paesi, pertanto, nel 2020 si potrebbero esser verificati centinaia di migliaia di decessi aggiuntivi, tra i bambini sotto i 5 anni;
  • Le malattie e i decessi legati a malattie comuni aumenteranno. La cancellazione dei servizi porterà a un aumento del 100% dei morti per Malaria nell’Africa subsahariana.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 4

Istruzione di qualità

Come stava andando:

  • I progressi verso un’istruzione di qualità inclusiva ed equa sono stati troppo lenti;
  • Ancora oltre 200 milioni di bambini non andranno a scuola nel 2030.

Le chiusure scolastiche legate al Covid-19 hanno impedito al 90% di tutti gli studenti di frequentare la scuola, invertendo anni di progressi nell’istruzione. L’apprendimento da remoto rimane fuori dalla portata di almeno 500 milioni di studenti. Solo il 65% delle scuole primarie dispone di strutture di base per il lavaggio delle mani, passaggio fondamentale per la prevenzione del Covid-19.

Inoltre, le disuguaglianze nell’istruzione sono esacerbate dal Covid-19. Nei paesi a basso reddito, il tasso di completamento scolastico dei bambini è del 79% nel 20% delle famiglie più ricche, e del 34% nel 20% delle famiglie più povere.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 5

Uguaglianza di genere

Come stava andando:

  • Nonostante i miglioramenti, la piena uguaglianza di genere non è stata raggiunta;
  • Il numero di ragazze costrette a sposarsi in giovane età è diminuito;
  • Il numero di donne che ricoprono ruoli di leadership è aumentato;
  • Le donne non sono ancora adeguatamente rappresentate nei ruoli di leadership legati alla politica, con solo il 25% di donne nei parlamenti nazionali, e solo il 36% nei governi locali (2020).

Con le quarantene e l’isolamento dovuti al Codid-19, il rischio di violenza contro donne e ragazze è aumentato, con i casi di violenza domestica che sono aumentati del 30%, in alcuni Paesi. Sempre all’interno della famiglia, durante la pandemia, le donne hanno dovuto farsi carico di ulteriori oneri domestici, soprattutto in relazione all’educazione dei figli. Le donne trascorrono già circa il triplo delle ore in lavori domestici e di cura alla persona – non retribuiti -, rispetto agli uomini, e questa disparità è aumentata con il Covid.

Le donne sono in prima linea nella lotta al coronavirus, poiché rappresentano il 70% degli operatori sanitari e sociali.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 6

Acqua pulita e igiene

Come stava andando:

  • Nonostante i progressi, miliardi ancora non dispongono di acqua e servizi igienici;
  • Con 2,2 miliardi di persone che non dispongono di acqua potabile gestita in modo sicuro, e 4,2 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienico-sanitari gestiti in modo sicuro (2017);
  • Alcuni paesi registrano un deficit di finanziamento del 61%, per il raggiungimento degli obiettivi in materia di acqua e servizi igienici;
  • Inoltre, la scarsità d’acqua potrebbe costringere a spostarsi 700 milioni di persone entro il 2030.

3 miliardi di persone in tutto il mondo non dispongono di servizi di base per il lavaggio delle mani a casa, che è il metodo più efficace per la prevenzione del Covid-19. Questo problema esiste anche al di fuori della famiglia, con due strutture sanitarie su cinque che non hanno acqua e sapone o prodotti per il lavaggio delle mani a base di alcol (2016).

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 7

Energia pulita e accessibile

Come stava andando:

  • Occorre aumentare gli sforzi nell’ambito dell’energia sostenibile;
  • 789 milioni di persone vivono ancora senza elettricità (2018);
  • I flussi finanziari verso i Paesi in via di sviluppo, per quanto riguarda le energie rinnovabili, sono in aumento, con 21,4 miliardi di dollari (2017). Solo il 12% di questi, però, va ai Paesi meno sviluppati;
  • Sono necessari maggiori sforzi nelle energie rinnovabili. La quota delle energie rinnovabili sul consumo energetico totale è del 17% (2017);
  • Il tasso di miglioramento dell’efficienza energetica è inferiore all’obiettivo del 3%, e ammonta solo all’1,7% (2017).

L’energia economica e affidabile è fondamentale per le strutture sanitarie, specie in una situazione di emergenza come quella del Covid-19, ma una struttura su quattro non è elettrificata, in alcuni Paesi in via di sviluppo (2018).

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 8

Lavoro dignitoso e crescita economica

Come stava andando:

  • La crescita economica globale stava rallentando prima del Covid-19, con una crescita del PIL pro capite del 2,8% (2010-2018) che scendeva a una crescita del PIL pro capite dell’1,5% (2019).

Con il Covid-19:

  • Il mondo sta affrontando la peggiore recessione economica dai tempi della grande depressione, con un PIL pro capite che è diminuito del 4,3% nel 2020. Su questo specifico argomento, l’ultimo rapporto della Banca Mondiale prevede che l’economia globale si espanderà del 4% nel 2021, tornando a crescere dopo la recessione del 2020. Tuttavia, permangono rischi sostanziali e la ripresa potrebbe attenuarsi;
  • Durante la pandemia, 1,6 miliardi di lavoratori nell’economia informale hanno rischiato di perdere i propri mezzi di sussistenza;
  • Il turismo sta affrontando sfide senza precedenti, con gli arrivi di turisti internazionali calati tra gli 850 e i 1.140 milioni, nel 2020;
  • Il Covid-19 ha anche aumentato significativamente il numero di perdite di posti di lavoro nel 2020.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 9

Industria, innovazione e infrastrutture

Come stava andando:

  • La crescita della produzione era in calo a causa dei dazi e delle tensioni commerciali;
  • Meno di una persona su cinque utilizza Internet nei Paesi meno sviluppati (2019);
  • Gli investimenti in ricerca e sviluppo stanno crescendo, ma devono accelerare;
  • Il finanziamento delle piccole industrie è necessario per la loro sopravvivenza durante la crisi, solo il 35% ha accesso al credito nei Paesi in via di sviluppo (2006-2018).

L’industria dell’aviazione ha subito il calo più ripido della storia, con il numero di passeggeri aerei che è diminuito del 51% nella prima parte del 2020 (rispetto allo stesso periodo del 2019).

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 10

Ridurre le disuguaglianze

Come stava andando:

  • La disparità di reddito stava diminuendo in alcuni paesi. L’indice Gini, che misura la disuguaglianza di reddito, è diminuito in 38 paesi su 84 (2010-2017).

I gruppi più vulnerabili sono i più colpiti dalla pandemia, con anziani, disabili, bambini, donne, migranti e rifugiati che soffrono di più.
La recessione globale potrebbe comprimere gli aiuti allo sviluppo ai Paesi in via di sviluppo. Il flusso di risorse per lo sviluppo si era già ridotto in modo significativo, da 420 miliardi di dollari (2017) a 271 miliardi di dollari (2018).

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 11

Città e comuni sostenibili

Come stava andando:

  • La quota della popolazione urbana che vive negli slum – conosciuti anche come baraccopoli – è salita al 24% nel 2018;
  • Solo la metà della popolazione urbana mondiale ha un comodo accesso – da 500 a 1000 metri di distanza – ai trasporti pubblici (2019);
  • L’inquinamento atmosferico ha causato 4,2 milioni di morti premature nel 2016;
  • Il 47% della popolazione urbana vive entro 400 metri a piedi da spazi pubblici aperti.

Oltre il 90% dei casi di Covid-19 si trova nelle aree urbane.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 12

Consumo e produzione responsabili

Come stava andando:

  • Il mondo continua a utilizzare le risorse naturali in modo insostenibile;
  • Nel 2010 l’impronta materiale globale era di 73,2 miliardi di tonnellate, nel 2017 è salita a 85,9 miliardi di tonnellate;
  • I rifiuti elettronici sono cresciuti del 38% e solo il 20% viene riciclato (2010-2019);
  • L’aumento dei sussidi per i combustibili fossili, che sono passati dai 318 miliardi del 2015 a 427 miliardi di dollari nel 2018, stanno contribuendo alla crisi climatica;
  • Il 13,8% del cibo viene sprecato lungo tutta la filiera alimentare (2018), durante la raccolta, il trasporto, lo stoccaggio e la lavorazione;
  • Dal 2017 al 2019, 79 paesi e l’Unione Europea riportano di aver creato almeno una politica per promuovere il consumo e la produzione sostenibili.

La pandemia offre l’opportunità di sviluppare piani di ripresa che costruiscano un futuro più sostenibile.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 13

Agire per il clima

Come stava andando:

  • La comunità globale rifugge dagli impegni necessari per invertire la crisi climatica;
  • Il 2019 è stato il secondo anno più caldo in assoluto e il 2020 il più caldo;
  • Si prevede che le temperature globali aumenteranno fino a 3,2 ° C entro il 2100;
  • Solo 85 paesi hanno strategie nazionali di riduzione del rischio di catastrofi allineate al quadro di Sendai – il quadro di riferimento per la riduzione del rischio di disastri, adottato dagli stati membri delle Nazioni Unite;
  • Gli investimenti nei combustibili fossili, legati ai finanziamenti per il clima, continuano ad essere superiori agli investimenti nelle attività per il clima;
  • Il cambiamento climatico continua ad esacerbare la frequenza e la gravità dei disastri naturali, colpendo oltre 39 milioni di persone (nel 2018). Grandi incendi, siccità, uragani, inondazioni stanno diventando sempre più frequenti.

Il Covid-19 ha provocato un calo delle emissioni di gas serra nel 2020, soprattutto nel primo periodo dell’anno, quando la pandemia è iniziata. Questo calo è dovuto principalmente alla limitata attività produttiva e alla riduzione degli spostamenti. Siamo ancora ben lontani dalla riduzione annua necessaria per limitare il riscaldamento globale sotto gli 1,5 ° C.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 14

La vita sott’acqua

Come stava andando:

  • L’acidificazione degli oceani continua a minacciare gli ambienti marini e i servizi ecosistemici. Un aumento del 100-150% dell’acidità degli oceani è previsto entro il 2100, il che andrà ad interessare almeno metà di tutta la vita marina;
  • Le aree di biodiversità marina globale coperte da aree protette sono aumentate, dal 30,5% nel 2000 al 46,0% nel 2019;
  • La pesca sostenibile contribuisce al PIL, 10 volte la media mondiale, nei piccoli Stati insulari in via di sviluppo in Oceania, e nei Paesi meno sviluppati;
  • 97 paesi hanno firmato l’Accordo sulle misure dello Stato di approdo – PSMA -, il primo accordo internazionale vincolante sulla pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata.

La drastica riduzione dell’attività umana portata dal Covid-19 potrebbe essere un’opportunità per gli oceani di riprendersi.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 15

La vita sulla terra

Come stava andando:

  • Il mondo non è all’altezza degli obiettivi del 2020 per fermare la perdita di biodiversità. Oltre 31.000 specie sono minacciate di estinzione, il 27% delle 116.000 specie valutate nella lista rossa dell’IUCN;
  • Le aree forestali continuano a diminuire a un ritmo allarmante, a causa principalmente dall’espansione agricola. Ogni anno vengono distrutti 10 milioni di ettari di foresta (2015-2020);
  • Due miliardi di ettari di terreno sono degradati, colpendo circa 3,2 miliardi di persone, portando le specie all’estinzione e intensificando il cambiamento climatico;
  • Solo un terzo dei 113 paesi erano sulla buona strada per raggiungere il loro obiettivo nazionale di integrare la protezione della biodiversità nella propria pianificazione nazionale.

Il traffico di specie selvatiche sconvolge gli ecosistemi e contribuisce alla diffusione di malattie infettive. I pangolini, ad esempio, potrebbero essere l’animale intermedio che ha trasferito il Coronavirus all’uomo. 370.000 pangolini sono stati catturati a livello globale (2014-2018).

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 16

Pace, giustizia e istituzioni forti

Come stava andando:

  • Ogni giorno, 100 civili vengono uccisi in conflitti armati, nonostante le protezioni previste dal diritto internazionale;
  • Il tasso globale di omicidi è diminuito lentamente, da 5,9 ogni 100.000 abitanti nel 2015, a 5,8 ogni 100.000 abitanti nel 2018 – il che significa 440.000 vittime di omicidi in tutto il mondo, nel 2018;
  • 127 paesi hanno adottato leggi sul diritto all’informazione o sulla libertà di informazione;
  • Nel 2019, il numero di persone in fuga da guerre, persecuzioni e conflitti ha superato i 79,5 milioni, il livello più alto mai registrato.

Le implicazioni del Covid-19 minacciano ulteriormente la pace e la sicurezza globali. Il 60% dei paesi ha un sovraffollamento delle prigioni, il che aumenta il rischio della diffusione del Covid-19.

obiettivi sviluppo sostenibile sdg 2030 - 17

Partnership per gli obiettivi

Come stava andando:

  • L’Aiuto Pubblico allo Sviluppo – APS – è stato pari a 147,4 miliardi nel 2019, quasi invariato rispetto al 2018. Ma gli aiuti all’Africa sono aumentati dell’1,3% dal 2018, e gli aiuti ai Paesi meno sviluppati sono aumentati del 2,6% dal 2018.
  • Si è prevista una diminuzione degli investimenti esteri diretti fino al 40% nel 2020;
  • Gli abbonamenti a banda larga fissa, per 100 abitanti, nel 2019 erano 33,6 nei Paesi sviluppati e 11,2 nei Paesi in via di sviluppo;
  • Il finanziamento internazionale per raccogliere dati ed effettuare rilevazioni statistiche è stato di 690 milioni di dollari nel 2017, solo la metà del livello necessario.

Le rimesse verso i Paesi a basso e medio reddito, che sono ancora una fonte di salvezza economica per molte famiglie povere, sono diminuite e diminuiscono significativamente a causa del Covid-19.

Fonte:
UN, The 17 Goals. Reperibile su: https://sdgs.un.org/goals

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »