Energia e Mobilità
Andare alla scoperta dell’Italia a impatto zero

Andare alla scoperta dell’Italia a impatto zero

Sapevi che in Italia ci sono tantissimi sentieri e cammini che permettono di visitare in lungo e in largo il nostro Bel Paese, muovendosi a piedi?
I luoghi di partenza e di arrivo sono sempre raggiungibili con i mezzi pubblici, il che contribuisce a rendere questi cammini e sentieri escursionistici veramente la perfetta vacanza sostenibile.

I nostri consigli

Di seguito ti suggeriamo alcuni dei più bei cammini italiani, che puoi esplorare interamente, o anche solo in comodi segmenti, a seconda della tua esperienza, la tua disponibilità di tempo e le tue esigenze.
Attenzione però, che quando inizi diventa una droga, e tutto ciò che vorresti fare è passare il tuo tempo immerso nella natura, su un sentiero e con lo zaino in spalle.

Viaggia sostenibile in Italia - i cammini che attraversano tutta l'Italia da nord a sud

In tutta Italia

  • Sentiero Italia
    Si tratta di un sentiero CAI che si sviluppa in circa 400 tappe e che, attraverso i suoi 7000 km – che lo rendono uno dei percorsi escursionistici più lunghi al mondo -, porta alla scoperta di tutte le regioni d’Italia. È stato ideato nel 1983 e rilanciato dal CAI negli ultimi anni.
    Percorrerlo tutto è uno dei nostri sogni nel cassetto, se deciderete di farlo anche voi, tutto o qualche tappa, chissà, forse ci incontreremo proprio su uno dei suoi sentieri.
    Per saperne di più, visita il sito ufficiale sentieroitalia.cai.it
  • La Francigena Italiana
    Il tratto italiano della Francigena è considerato da molti il cammino storico – percorso fin dai tempi dell’Alto Medioevo – che offre la vista sui paesaggi tra i più belli al mondo. È percorribile sia a piedi che in bicicletta. Che lo si segua per ragioni spirituali, storiche o per puro piacere, i panorami mozzafiato sono assicurati – questa è l’Italia! Da alcuni è paragonato al Cammino di Santiago, e può esserlo a livello spirituale, ma in quanto a panorami non c’è storia. Per saperne di più, visita il sito ufficiale viefrancigene.org

Viaggia sostenibile in Italia - le alte vie e i cammini da nord a sud

Da Nord a Sud

A Nord

  • Giro dei Giganti
    Si tratta di un anello che percorre, seppur un po’ più internamente rispetto ai confini regionali, tutto il giro della Valle d’Aosta. È famoso per passare ai piedi dei 4 giganti delle Alpi: il Monte Bianco, il Monte Cervino, il Monte Rosa e il Gran Paradiso, ed è proprio da questi 4 che prende il nome questo trekking. Questo anello mette insieme le Alte Vie della Valle d’Aosta, la n. 1, conosciuta come Alta via dei giganti, e la n. 2, conosciuta come l’alta via naturalistica, che si snoda quasi interamente nel Parco Nazionale del Gran Paradiso e nel Parco Regionale del Mont Avic – della Valle d’Aosta. Per saperne di più, visita il sito ufficiale del turismo in Valle d’Aosta loveda.it
  • Alte vie delle Dolomiti
    Le alte vie dolomitiche sono 8/10, a seconda di come le si considera, di varie lunghezze e difficoltà, con numerose varianti più accessibili a margine dei percorsi base. Attraversano le Dolomiti in lungo e in largo, passando per il Trentino, l’Alto Adige e il Veneto. Per chi volesse affacciarsi a questi meravigliosi paesaggi ma non volesse fare delle vie tutte in quota, esistono anche molti anelli panoramici delle Dolomiti. Per saperne di più, visita i siti infodolomiti.it e dolomiten.net
  • Translagorai
    Si tratta di un’alta via che si sviluppa per circa 80 km, particolare per la sua isolatezza, data dalla relativa inaccessibilità dei luoghi e la scarsità dei punti di appoggio lungo il percorso. Offre paesaggi selvaggi, vasti e incontaminati, seguendo la dorsale della catena montuosa del Lagorai, in Trentino. Per saperne di più, visita il sito mountainblog.it
  • Gran Traversata delle Alpi
    Si tratta di un sentiero escursionistico che attraversa tutto l’arco alpino occidentale del Piemonte, con oltre 1000 km di sentieri tracciati. Oltre a essere percorribile in 120 tappe, offre anche tantissimi giri ad anello, per escursioni in giornata o di pochi giorni. Per saperne di più, visita il sito ufficiale gtapiemonte.it
  • Traversata delle Alpi Orobie
    La traversata mette assieme il Sentiero delle Orobie Orientali e quello delle Orobie Occidentali, per un totale di circa 160 km, ma ovviamente si può sempre decidere di fare solo uno dei due sentieri. Questi monti bergamaschi offrono paesaggi variabili, dai prati fioriti alla roccia nuda, dai paesi che appaiono in lontananza, a nemmeno l’ombra della civiltà in vista e solo il verso delle marmotte nelle orecchie. Va tenuto presente che anche se alcuni tratti sono alla portata di tutti, altri presentano caratteristiche per escursionisti un po’ più esperti, e sono da evitare se si soffre di vertigini. È un trekking che a noi è piaciuto moltissimo, anche se purtroppo abbiamo dovuto interromperlo un po’ prima del previsto a causa del maltempo – ma ehi, la sicurezza viene prima di tutto in montagna, e chissà, magari un giorno ci torneremo per finirlo. Per saperne di più, visita il sito ufficiale sentierodelleorobie.it
  • Cammino delle Pievi
    Questo percorso escursionistico si snoda incontrando le storiche Pieve Carniche e alcuni Santuari del Friuli Venezia Giulia. Il percorso nasce proprio come un pellegrinaggio e si ricollega anche al Cammino Celeste L’Iter Aquiliense, un percorso spirituale che si snoda tra Italia, Austria e Slovenia. È adatto anche alle famiglie, può essere compiuto sia a piedi che in bicicletta. Per saperne di più, visita il sito ufficiale camminodellepievi.it
  • GEA – La Grande Escursione Appenninica
    Questo è un cammino che passa per l’Italia in trasversale, partendo dal confine tra Umbria e Marche, per arrivare in Liguria. La GEA è un percorso lungo poco più di 400 km, progettato in 25 tappe accessibili a tutti. Come per il Sentiero Italia, anche questo è stato ideato negli anni ’80 ed è tornato in vita negli ultimi anni, grazie ad iniziative regionali e ai CAI locali. Per saperne di più, visita i siti camminideuropa.it e cadello.it
  • Alta via dei monti liguri
    L’Alta via ligure è un itinerario escursionistico che si sviluppa lungo tutta la Liguria, alternando paesaggi esclusivamente alpini alla vista del mare all’orizzonte, per un totale di circa 440 km. Si tratta di un percorso veramente unico, da cui in contemporanea, se si è fortunati, si possono ammirare la Corsica, il Monviso e il Monte Rosa. Per saperne di più, visita il sito CAI della regione www.cailiguria.it
  • Via degli Abati
    Si tratta di un itinerario di montagna che si snoda per sentieri, mulattiere, carrarecce, partendo dalla provincia di Pavia e scendendo verso sud, lungo un tracciato di circa 190 km, per oltre 6000 metri di dislivello complessivo. Può essere percorso sia a piedi che in MTB. Per saperne di più, visita il sito ufficiale viadegliabati.com

Al centro

  • Via degli Dei
    Il cammino che porta da Bologna a Firenze, si estende per gran parte dei suoi 120 km sugli appennini Tosco-Emiliani. Aggiustandone i tempi di percorrenza in base alla propria esperienza e al proprio allenamento, la segnaletica frequente e le sue scarse variazioni di dislivello la rendono veramente una via percorribile da tutti. Noi l’abbiamo adorata e ci sentiamo di consigliarvela davvero – così come vi suggeriamo la variante che sale sul Monte Adone – sì, c’è da fare una salita in più, ma dalla cima si gode un bellissimo panorama. Per saperne di più, vai al sito ufficiale viadeglidei.it
  • Giro della Toscana a piedi
    Questo è sicuramente un cammino meno conosciuto degli altri, e non so se riuscirò a descriverlo brevemente e in modo neutrale, dato che è stato il mio primo trekking lungo in solitaria, e si sa, il primo amore non si scorda mai.
    A tratti non ben segnalato, e con delle parti su asfalto, rimane comunque un bellissimo cammino che intreccia la natura con la cultura, passando per città storiche e città d’arte come Pisa, Vinci, Firenze, Arezzo e Siena. Si affaccia sui bellissimi panorami toscani -come quelli della Val d’Orcia – incrocia molte terme naturali libere, sia fredde che calde – tra cui anche le Cascate del Mulino a Saturnia – , passa per alcuni dei borghi più belli d’Italia, come Pitigliano, Sorana o Sovana. Questo suo continuo alternarsi tra natura e storia, campagna e città, lo rende veramente unico, oltre che un modo fantastico per visitare la Toscana. Per saperne di più, leggi la guida La Toscana a piedi
  • Cammino di Francesco
    Ricrea i passi di Franceso per raggiungere Assisi, lo si può percorrere partendo da Roma e andando verso nord, oppure partendo dal Santuario della Verna e scendendo verso Sud, o anche nella sua interezza. Percorribile sia a piedi che in bici, con tappe adatte a tutti. Per saperne di più, vai al sito ufficiale viadifrancesco.it
    Sempre ricalcando i passi di Francesco, esiste anche un altro percorso escursionistico, Con le Ali ai piedi, che partendo dal Lazio attraversa l’Abruzzo e il Molise per arrivare in Puglia. Per saperne di più, visita il sito ufficiale diquipassofrancesco.it
  • Cammino di San Benedetto
    Un cammino di 300 km che parte da Norcia, in Umbria, e si snoda verso sud, attraversando tutto il Lazio, fino ad arrivare a Montecassino – quasi al confine con la Campania. È affrontabile sia a piedi che in bicicletta, e accessibile anche ai meno esperti. Per saperne di più, visita il sito ufficiale camminodibenedetto.it

A Sud

  • Cammino Materano
    Tra le spiagge della Puglia, i trulli, il parco dell’Altamurgia e la straordinaria e fascinosissima Matera, questo è un cammino veramente unico alla scoperta della natura incontaminata e della storia del Meridione d’Italia. Le vie percorribili sono tante, non ti resta solo che scegliere la tua preferita. Per saperne di più, visita il sito ufficiale camminomaterano.it
  • Cammino del Salento
    Partendo da Lecce si può arrivare a Santa Maria di Leuca – il punto più a sud d’Italia lato Adriatico, dove questo si intreccia con lo Ionio. Il tracciato è percorribile in qualsiasi periodo dell’anno, anche se d’estate è veramente molto caldo quando non c’è ventilazione – fidatevi, lo abbiamo scoperto a nostre spese. D’altra parte, però, in più punti dei 138 km di cammino, nella parte dopo Otranto, ci si può rinfrescare senza problemi con un bel tuffo nelle acque cristalline del Salento. I bellissimi panorami, il meraviglioso mare e i taralli pugliesi ci hanno conquistato, probabilmente faranno lo stesso anche con voi. Per saperne di più, vai al sito ufficiale camminodelsalento.it
  • Sentiero del Brigante
    Sviluppandosi nella zona dell’Aspromonte, la latitudine di questo cammino lo rende percorribile tutto l’anno, anche se sono sconsigliate le giornate estive più calde. Passa attraverso paesaggi alpestri e mediterranei, variando notevolmente la vista di giorno in giorno, sulle tracce – per 140 km – di ribelli, briganti e fuggitivi di ogni epoca. Nella stessa zona sono pensabili anche un cammino da costa a costa e un itinerario alla scoperta dei paesi fantasma dell’Aspromonte. Per saperne di più, visita il sito ufficiale sentierodelbrigante.it

Viaggia sostenibile in Italia - le isole

Le isole

Sardegna

La Sardegna offre numerosissimi trekking, sia costieri che interni, alcuni puramente paesaggistici, altri religiosi. Tra i più conosciuti:

  • Selvaggio Blu
    Si tratta di un trekking che si snoda tra mare e montagna, in uno dei territori più incontaminati del Mediterraneo. Nei suoi 50 km si alterna tra sentieri impervi e sconnessi, traversi su roccia, arrampicate e calate in corda. Per saperne di più, visita il sito coopgoloritze.com
  • Cammino delle 100 Torri
    È uno degli itinerari più spettacolari e panoramici per scoprire l’isola. Si chiama così per le 105 torri costiere che si trovano lungo il sentiero costiero. Non si allontana mai dal mare per più di due chilometri, percorrendo tutto il perimetro della Sardegna passando per spiagge, dune, fari, luoghi inaccessibili e incontaminati. Considerato, nella sua interezza, uno dei più difficili d’Italia, per la sua lunghezza – 1284 km -, l’isolatezza e le difficoltà tecniche. Per saperne di più, visita il sito ufficiale cammino100torri.com
  • Cammini religiosi
    Sono molteplici, come quello di Santu Jacu, di San Giorgio Vescovo, di Sant’Efisio, di Nostra Signora Di Bonaria, e il cammino minerario di Santa Barbara. Per saperne di più, visita il sito vistanet.it

Elba

  • GTE – Grande Traversata Elbana
    L’occasione perfetta per scoprire l’Elba nella sua interezza, attraversando gli ambienti naturali più disparati, dalle scogliere alle dune, dagli ambienti umidi alla macchia mediterranea, dalle vette rocciose ai campi fioriti. Meglio evitare di percorrerla in piena estate data la calura e gli scarsi punti acqua lungo il sentiero. Per saperne di più, visita il sito infoelba.it e caielba.it

Sicilia

  • Vie Francigene di Sicilia
    Si tratta di 4 itinerari storici a cui di solito non si pensa quando si parla di Francigena italiana. Questi attraversano la Sicilia in lungo e in largo, per un totale di circa 900 km, con panorami che variano dalle radure interne, alle valli coltivate, dal mare cristallino ai paesaggi montani. Per saperne di più, visita il sito camminifrancigenidisicilia.wordpress.com
  • La Sicilia offre anche la possibilità di percorrere numerosissimi cammini e vie sacre, più di venti escursioni e pellegrinaggi che permettono di toccare quasi ogni angolo della Sicilia. Per saperne di più, vai al sito lanostraterra.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »